Pagina 11 di 14, Vai a pagina: 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14

«Precedente - Successivo»

Elezione 2008 del rappresentante degli utenti e dei loro familiari »

1 Giugno 2011

Vengono indette le elezioni per il rinnovo del Rappresentante degli utenti e dei loro familiari nel Consiglio d’Amministrazione dell’A.S.P. ITIS.Si invitano gli interessati a presentare la propria candidatura presso la…

Conto Consuntivo 2007 »

1 Giugno 2011

E' possibile consultare l'estratto del Conto Consuntivo 2007.

Open day »

Porte aperte all'A.S.P. ITIS

1 Giugno 2011
Porte aperte all’A.S.P. ITIS il 15 luglio 2008.

Centro estivo per anziani »

Presso il centro diurno di aggregazione di via Pascoli 31

1 Giugno 2011

TARGET: anziani che vivono a domicilio e che per situazioni contingenti o permanenti (assenza della famiglia clima molto caldo disabilità fisiche disturbi dell’umore senso di solitudine ecc.) hanno necessità/desiderio di trascorrere…

Convegno - 6 giugno 2008 »

1 Giugno 2011

Il 6 giugno 2008 si terrà il convegno

"L'efficacia dei centri diurni assistiti"

Nuovo sportello informativo »

1 Giugno 2011

Lunedì 12 maggio 2008 alle ore 10.30, nel soggiorno centrale al piano terra di via Pascoli 31, l’Azienda pubblica di servizi alla persona ITIS, l’Associazione di consumatori e utenti “TUTELA” e l’associazione di volontariato “l’APERTURA DEL TEMPO” presentano l’apertura sperimentale di uno sportello informativo e di consulenza nel campo fiscale, legale e assicurativo a favore dell’utenza diretta e indiretta dell’ITIS.

L’iniziativa di consulenza concretizza la politica aziendale di favorire la massima apertura ed il relativo utilizzo delle strutture dell’ITIS in modo da garantire all’utenza servizi di qualità in relazione ai reali bisogni e nel contempo intende incrementare e sviluppare rapporti di collaborazione con il tessuto cittadino e con le associazioni operanti in ambito territoriale.

Lo sportello informativo e di consulenza sarà aperto ogni mercoledì dalle ore 16.00 alle ore 17.00 presso la sede dell'Associazione L'Apertura del tempo (stanza 620 al p.t. dell'A.S.P. ITIS) a partire dal 14 maggio 2008 e fino al 2 luglio 2008.

Carità pubblica, assistenza sociale e politiche di welfare: il caso Trieste »

1 Giugno 2011

Tra Otto e Novecento anche Trieste sperimenta il passaggio dall’esercizio filantropico della carità alla nascita e sviluppo dei moderni sistemi di welfare.
Al centro dell’incontro - che si tiene in un’istituzione simbolo dell’assistenza cittadina - la ricostruzione in chiave storica di alcuni aspetti di tale complesso passaggio; una tavola rotonda conclusiva affronterà le problematiche più attuali sulla povertà, coinvolgendo amministratori ed operatori del welfare locale.
Il convegno è il frutto dell’attività del gruppo di ricerca “Diritti sociali e politiche assistenziali a Trieste dal fascismo agli anni Sessanta” dell’Università di Trieste, che fa parte a sua volta di un progetto di ricerca di interesse nazionale finanziato dal Ministero dell’Università e della Ricerca, dal titolo “Sicurezza e diritti sociali nello Stato novecentesco tra autoritarismo e democrazia”.
Nello stesso ambito, nell’autunno del 2006, si è tenuto sempre a Trieste un convegno internazionale dal quale è nato il volume Donne e famiglie nei sistemi di welfare. Esperienze nazionali e regionali a confronto, pubblicato dalla casa editrice Carocci nel 2007.

M'illumino di meno »

1 Giugno 2011

L’Azienda Pubblica di Servizi alla Persona ITIS ha aderito alla Giornata Internazionale del Risparmio Energetico.

Per il quarto anno consecutivo Caterpillar, il noto programma di Radio2, lancia per venerdì 15 febbraio 2008 "M'illumino di meno", una grande giornata di mobilitazione internazionale in nome del risparmio energetico,  (vigilia dell'anniversario dell'entrata in vigore del protocollo di Kyoto ) l’ITIS ha aderito alla  giornata con due iniziative aziendali:

il giorno 15 febbraio si riunisce il Comitato Aziendale per il Risparmio Energetico costituito recentemente su proposta dei residenti nel Circolo di Qualità. Il comitato è composto da alcuni dipendenti dell’ITIS e da un rappresentante dell’utenza.
Durante l’ora di cena del 15 febbraio ci sarà una maggior sensibilizzazione a chiudere le luci nelle zone dell’edificio non utilizzate.
Di seguito vengono suggeriti alcuni accorgimenti per il risparmio energetico in generale


Buone abitudini per il 15 febbraio (e anche dopo!)

1. spegnere le luci quando non servono
2. spegnere e non lasciare in stand by gli apparecchi elettronici
3. sbrinare frequentemente il frigorifero; tenere la serpentina pulita e distanziata dal muro in modo che possa circolare l'aria
4. mettere il coperchio sulle pentole quando si bolle l'acqua ed evitare sempre che la fiamma sia più ampia del fondo della pentola
5. se si ha troppo caldo abbassare i termosifoni invece di aprire le finestre
6. ridurre gli spifferi degli infissi riempiendoli di materiale che non lascia passare aria
7. utilizzare le tende per creare intercapedini davanti ai vetri, gli infissi, le porte esterne
8. non lasciare tende chiuse davanti ai termosifoni
9. inserire apposite pellicole isolanti e riflettenti tra i muri esterni e i termosifoni
10. utilizzare l'automobile il meno possibile e se necessario condividerla con chi fa lo stesso tragitto.

E ricordati di spegnere tutte le luci e i dispositivi elettrici non indispensabili venerdì 15 febbraio alle ore 18!

IL DECALOGO DI CATERPILLAR

Per il quarto anno consecutivo Caterpillar, il noto programma di Radio2, in onda tutti i giorni dalle 18 alle 19.30, lancia per il 15 febbraio 2008 "M'illumino di meno", una grande giornata di mobilitazione internazionale in nome del risparmio energetico.

Dopo il successo delle passate edizioni, Cirri e Solibello, i conduttori di Caterpillar, chiederanno nuovamente ai loro ascoltatori di dimostrare come il risparmio sia una possibilità concreta e reale a cui attingere oggi stesso per superare i problemi energetici che assillano il nostro paese e gran parte delle nazioni del pianeta. L'invito rivolto a tutti è quello di spegnere le luci e tutti i dispositivi elettrici non indispensabili il 15 febbraio 2008 dalle ore 18. Semplici cittadini, scuole, aziende, musei, gruppi multinazionali, astrofili, società sportive, gruppi scout, istituzioni, associazioni di volontariato, università, cral aziendali, ristoranti, negozianti e artigiani uniti per diminuire i consumi in eccesso e mostrare all'opinione pubblica come un altro utilizzo dell'energia sia possibile.

Nelle precedenti edizioni "M'illumino di meno" ha contagiato milioni di persone impegnate in un'allegra e coinvolgente gara etica di buone pratiche ambientali. Lo scorso anno il "silenzio energetico" coinvolse simbolicamente le piazze principali di tutt'Italia: a Roma si spensero il Colosseo, il Pantheon, la Fontana di Trevi, il Palazzo del Quirinale, Montecitorio e Palazzo Madama, a Verona l'Arena, a Torino la Basilica di Superga, a Venezia Piazza San Marco, a Firenze Palazzo Vecchio, a Napoli il Maschio Angioino, a bologna Piazza Maggiore, a Milano il Duomo e Piazza della Scala, a Pisa Piazza dei Miracoli, a Siena Piazza del Campo, a Catania Piazza del Duomo, ad Agrigento la Valle dei Templi, e centinaia di altre piazze in centinaia di altri comuni grandi e piccoli, grazie al prezioso aiuto dell’ ANCI, l’Associazione Nazionale dei Comuni Italiani.

La campagna di "M'illumino di meno 2008" inizierà il 15 gennaio e si protrarrà per un mese fino al 15 febbraio (vigilia dell'anniversario dell'entrata in vigore del protocollo di Kyoto), dando voce al racconto delle idee più interessanti e innovative, in Italia e all'estero, per razionalizzare i consumi d'energia e di risorse, dai piccoli gesti quotidiani agli accorgimenti tecnici che ognuno può declinare a proprio modo per tagliare gli sprechi.

Sul sito internet del programma www.caterueb.rai.it, sarà possibile segnalare la propria adesione alla campagna, precisando quali iniziative concrete si metteranno in atto nel corso della giornata, in modo che le idee più interessanti e innovative servano da esempio e possano essere riprodotte dagli altri aderenti.

Quest'anno la campagna "M'illumino di meno" è patrocinata Ministero dell'Ambiente e dalla Presidenza del Consiglio dei Ministri.

Comunicazione ai residenti ed ai loro familiari »

1 Giugno 2011

Rette per l’anno 2008

Ai residenti e loro familiari
28 dicembre 2007


In data 20 dicembre 2007, il Consiglio di Amministrazione ha approvato il bilancio di previsione per l’esercizio 2008 dove è stato definito un aumento delle rette per i servizi residenziali pari ad € 1,06 giornalieri rispetto all’anno precedente e quindi in misura contenuta ed inferiore all’indice d’inflazione.
Le rette onnicomprensive a carico degli utenti dell’A.S.P. ITIS risultano pertanto così definite:

Rette onnicomprensive ospiti non autosufficienti

  Scheda BINA Accoglimento residenziale Accoglimento temporaneo Accoglimento sollievo
Residenze Palma, Quercia, Narciso punti < 400 € 46,52 € 46,52 € 51,17
punti => 400 e < 550 € 49,52 € 49,52 € 54,47
punti => 550 € 52,52 € 52,52 € 57,77
 
Residenze Stella Alpina, Bucaneve, Iris, Ciclamino, Tulipano, Margherita punti < 400 € 48,52 € 48,52 € 53,37
punti => 400 e < 550 € 51,52 € 51,52 € 56,67
punti => 550 € 54,52 € 54,52 € 59,97
 
Stanze singole punti < 400 € 56,52 € 56,52 € 62,17
punti => 400 e < 550 € 59,52 € 59,52 € 65,47
punti => 550 € 62,52 € 62,52 € 68,77

 

Rette onnicomprensive ospiti autosufficienti

Residenze standard € 43,59
Residenze nuove € 46,18
Stanze singole € 53,59


Va sottolineato che la politica aziendale tesa al perseguimento della qualificazione dei servizi offerti all’utenza risulta ulteriormente confermata dallo sviluppo degli investimenti previsti dal bilancio di previsione.
Nel corso dell’anno 2008 è attesa l’emanazione del nuovo regolamento di riclassificazione delle strutture residenziali da parte della Regione Friuli Venezia Giulia, per cui si rimane in attesa dei conseguenti incrementi nella contribuzione regionale che permettano all’utenza di beneficiare di un supporto economico maggiore, in linea con quanto avviene in Regioni contermini.
Nell’auspicio di uno sviluppo positivo, porgo a tutti Voi l’augurio di un felice anno nuovo.
Cordiali saluti.
IL DIRETTORE GENERALE
(dr. Fabio Bonetta)

La stagione del raccolto - Il concorso »

La maturità della vita nel cinema per imparare ad invecchiare bene

1 Giugno 2011
IL PASSATO
Di vecchiaia si parla ancora poco mentre le dimensioni sociali del fenomeno crescono: in realtà ci si sta rendendo sempre più conto che la terza età si sta allungando nella quarta, che gli anziani stanno diventando un bacino di utenza commerciale, che la loro validità lavorativa può essere ancora utilizzata. C’è un’urgenza da soddisfare, quella di creare “una nuova civiltà della vecchiaia”: si deve dare l’opportunità a chi vecchio ancora non è di concentrarsi sul proprio futuro prima che la verità del fenomeno si manifesti improvvisamente e tragicamente per averla voluta ignorare.
Su questa problematica si è conclusa nella primavera 2007 la rassegna cinematografica per imparare a invecchiare bene, intitolata “La stagione del raccolto – la maturità della vita nel cinema”, tenutasi al Teatro Miela, e comprendente 6 film presentati da alcune personalità della cultura cittadina. Oltre ad avere ottenuto un lusinghiero successo a Trieste, ha superato, come eco e interesse, i confini provinciali, tanto   che il Comune di Udine e il Comune di Lavello, in provincia di Potenza, hanno richiesto di riproporre nei loro ambiti territoriali la stessa rassegna. La formula prevista in orari facilmente accessibili soprattutto per un pubblico anziano (mattinate e pomeriggio) e accompagnata da incontri con personaggi della cultura nazionale e locale, quali i professori Giuseppe O. Longo, Stefano Fantoni, Cristina Benussi, il regista-scrittore Giorgio Pressburger, il giornalista Pierluigi Sabatti, e l'attrice Ariella Reggio, è risultata vincente al punto che i promotori, l'Azienda pubblica per i servizi alla persona/ITIS, l'Associazione Ricerche Interventi, Studi/ARIS, la Cooperativa Bonawentura/Teatro Miela, nel fare un bilancio della rassegna ritengono opportuno ripetere l’iniziativa fin dal prossimo autunno, con un respiro più ampio e coinvolgendo sulla programmazione la cittadinanza stessa e in particolare il mondo scolastico per promuovere una riflessione sull’invecchiamento già in giovane età. Secondo gli organizzatori che proprio in questo senso si stanno orientando, la rassegna andrebbe collocata in un quadro politico/programmatico di iniziative più ampio e variegato a favore di questa fascia d'età della popolazione triestina che solo le Istituzioni pubbliche possono progettare e gestire.
Uno degli obbiettivi è anche quello di collaborare con altre Istituzioni nell’ambito regionale per creare una rete di collaborazioni.
 
Il nuovo progetto potrebbe delinearsi in questo modo:
 
Prima fase: autunno 2007
Proiezione di alcuni film sul tema in collaborazione con alcune scuole superiori per coinvolgere il pubblico giovanile (mattinate)
 
Seconda fase:
nel corso della mattinate potrebbe essere lanciato per il pubblico giovane il progetto di produrre un video sul tema “la stagione del raccolto” di non più di 5 minuti e/o una serie di fotografie da presentare al Teatro Miela alla fine di tutta la manifestazione
 
Terza fase: primavera 2008
Rassegna di 6 film sul tema ( titoli indicativi: “Parenti serpenti” di Mario Monicelli, “Vivere alla grande” di Martin Brest, “Chiamami Einstein” di Roger Young, “Vivere” di Akira Kurosawa, “Stanno tutti bene” di Giuseppe Tornatore, ecc) presentati da esponenti della cultura cittadina ed esperti del settore (psicologi, medici) che poi dovrebbero guidare il dibattito alla fine della proiezione.
Pagina 11 di 14, Vai a pagina: 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14

«Precedente - Successivo»